Ricette

Braciole di maiale alla birra ed erbe aromatiche

Le braciole di maiale alla birra ed erbe aromatiche sono un secondo piatto sfizioso e saporito, arricchite da una salsina cremosa che si ottiene facendo sfumare la birra rossa insieme al burro e un trito di erbe.

Questa ricetta è sicuramente il piatto ideale per chi vuole sentirsi appagato oltre che dal sapore deciso anche da aromi freschi e inebrianti, caratteristica di queste braciole.
Ingredienti:

  • Carne di suino 4 braciole
  • Olio di oliva 40 g
  • Burro 40 g
  • Aglio 1/2 spicchio d'aglio
  • Rosmarino 1 rametto
  • Timo 2 rametti
  • Limoni la scorza di mezzo limone
  • Sale q.b.
  • Birra rossa, 10 cl

Preparazione

Per preparare le braciole di maiale alla birra ed erbe aromatiche iniziate pulendo e tritando l’aglio, le erbe aromatiche e la buccia di limone (1). Disponete le 4 braciole su un tagliere e salatele e pepatele (2) su ogni lato. Fate scaldare l’olio in una padella e cuocete la carne 5-6 minuti per lato (3).

Mettete da parte le braciole, e nella stessa pentola aggiungete il burro (4), il trito di erbe aromatiche (5) e la birra (6). Fate rapprendere per un minuto, mescolando bene, quindi spegnete il fuoco. Disponete le braciole nei piatti e irrorate ciascuna con la salsa alla birra. Servitele ancora fumanti.


Bucatini con zampone croccante e carciofi

Difficoltà: molto bassa
Preparazione: 15 min
Cottura: 45 min
Dosi per: 4 persone
Costo: basso

I bucatini con zampone e carciofi sono un primo piatto ricco e sostanzioso, ideale da proporre nel menu natalizio proprio perché preparato con lo zampone, uno dei più prestigiosi bolliti di suino che rappresenta la specialità natalizia per eccellenza.
La ricetta prevede bocconcini di zampone saltato in padello per renderlo croccante, e listarelle di carciofi cotti e aromatizzati con il prezzemolo che con il loro gusto spiccato si abbinano perfettamente alla carne tenera e saporita.
Per accompagnare questo condimento invitante abbiamo scelto i bucatini: un formato di pasta tipico laziale, simile a grossi spaghetti forati , che ben si accompagna a sughi dal sapore deciso. Se volete realizzare un piatto originale rispettando la tradizione i bucatini con zampone croccante e carciofi sono la pietanza perfetta per voi!
Ingredienti:

  • Bucatini 400 g
  • Carne di suino zampone 1 kg
  • Carciofi 5
  • Prezzemolo 4 rametti tritato
  • Aglio 1 spicchio
  • Acqua 200 ml
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Limoni 1

Preparazione

Per realizzare i bucatini con zampone croccante e carciofi iniziate dalla pulizia dei carciofi ( per tutti i dettagli consultate la nostra scuola di cucina come pulire i carciofi): tagliate il gambo del carciofo alla base. Con l’aiuto di un coltellino eliminate le foglie esterne più dure (1). Tagliate a metà il carciofo ed eliminate quindi la barba del carciofo: con un cucchiaino incidete tutto il perimetro interno del carciofo (2). A questo punto tagliate a listarelle i carciofi (3) e

poneteli in una ciotola piena di acqua dove avete spremuto il succo di limone (4)  in modo da non farli annerire, lasciate nell’acqua anche il limone spremuto per un miglior risultato. Ponete sul fuoco una pentola capiente colma di acqua e fate cuocere lo zampone nel suo involucro per circa 20 minuti (5). A cottura ultimata scolate lo zampone, estraetelo dalla busta termica (6)

e lasciatelo scolare in un colino (7). Eliminate la pelle (8) e tagliate lo zampone a fette (9)

che andrete a tritare grossolanamente (10). Tenete da parte il trito di zampone e ponete una padella sul fuoco, versate un filo di olio (11), aggiungete uno spicchio di aglio (12) e

il prezzemolo tritato (13). Scolate i carciofi dall’acqua di conservazione, eliminate il limone con una pinza da cucina (14) e versate le listarelle di carciofi nella padella (15).

Fate saltare in padella i carciofi a fuoco vivace per circa 10 minuti fino a farli ammorbidire, unendo 200 ml di acqua (16) per non farli asciugare in cottura. Salate (17), pepate a piacere ed eliminate lo spicchi o di aglio (18)

In un altro tegame versate il trito di zampone (19) e cuocetelo a fuoco vivace per qualche minuto, il tempo necessario per renderlo croccante, unite poi i carciofi saltati nella stessa padella (20) e cuocete per pochi minuti per insaporire. Intanto ponete sul fuoco una pentola dai bordi alti piena di acqua salata, portate al bollore e versate i bucatini (21).

Cuoceteli in modo che risultino al dente, scolatela avendo cura di conservare parte dell’acqua di cottura (22). Unite la pasta al sugo di carciofi e zampone, mescolate per insaporire gli ingredienti e unite un mestolo di acqua di cottura (23). Fate saltare i bucatini con zampone e carciofi in padella un minuto e poi serviteli ben caldi (24)


Costolette al limone con panatura croccante

Difficoltà: media
Preparazione: 25 min
Cottura: 20 min
Dosi per: 4 persone
Costo: molto basso

Se siete amanti della carne, le costolette al limone con panatura croccante sono proprio il secondo piatto che state cercando. La carne viene avvolta da una croccante e deliziosa panatura, fatta con un trito di erbe aromatiche e pistacchi, che le conferisce un sapore unico assolutamente da provare. Per rendere le costolette ancora più sfiziose e golose, potete accompagnarle ad una buona maionese fatta in casa. Quando porterete in tavola questo piatto, i vostri commensali non resisteranno! Un utile consiglio per la panatura? Anche le noci tritate al posto dei pistacchi faranno un figurone … a voi la scelta!
Crocchette di riso con tonno e limone
Ingredienti per le costolette:

  • Carne di suino costolette 1,3 kg
  • Per la panatura
  • Pistacchi 80 g
  • Farina di mais 80 g
  • Timo 3 rametti
  • Rosmarino 1 rametto
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Succo di limone Limmi
  • Olio di oliva extravergine 30 ml

Ingredienti per la maionese:

  • Uova tuorli 2
  • Olio di semi 250 ml
  • Aceto 3 g
  • Succo di limone 25 ml
  • Sale fino q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

Per preparare le costolette al limone con panatura croccante iniziate con la preparazione del trito per la panatura. Prendete i rametti di timo e rosmarino e togliete le foglioline (1-2); in un mixer mettete i pistacchi sgusciati (3).

Successivamente tritate le foglie insieme ai pistacchi (4) e trasferite il trito ottenuto in una pirofila. Versate quindi la farina di mais per polenta e mescolate bene con un cucchiaio (5); aggiungete sale e pepe a vostro piacimento e mettete da parte la panatura (6).

Occupatevi ora della carne; su un tagliere battete con un batticarne le costolette coprendole con della carta forno (in questo modo le fibre della carne non si romperanno e rimarrà ben tenera) (7). In una pirofila versate il succo di limone (8) e immergetevi le costolette per qualche secondo (9).

Passate quindi le costolette nella panatura che avete preparato e fate in modo che aderisca bene su entrambi i lati (10); una volta terminato, mettete le costolette su un un vassoio foderato di carta forno (11). Fate scaldare una padella anti aderente, versate l’olio e adagiate le costolette impanate una alla volta (12).

Cuocete a fuoco basso per almeno 20 minuti, ricordandovi di girare la carne con una pinza da cucina per avere una cottura uniforme (13). Fate dorare bene la panatura (14) e nel frattempo preparate la maionese che andrà ad accompagnare la carne. Prendete le uova a temperatura ambiente e dividete i tuorli dagli albumi. Ponete i tuorli in una ciotola dai bordi alti e salate e pepate a vostro piacimento (15).

Versate l’aceto (16) e incominciate a lavorare gli ingredienti con uno sbattitore elettrico. Mentre state montando le uova, versate anche l’olio di semi a filo molto lentamente (17); dovrete mescolare sempre nello stesso senso fino ad ottenere una salsa densa (18).

Quando la maionese è montata, terminate aggiungendo il succo di limone (19) e lavorate ancora pochi istanti con le fruste (20). Se improvvisamente vedeste dei grumi nella maionese, sappiate che, come si dice in gergo, “è impazzita”. Per rimediare, tenete da parte la maionese impazzita e in un altro recipiente mettete un altro tuorlo d’uovo; frullate aggiungendo un filo d’olio e poi, sempre nel recipiente, aggiungete un cucchiaino alla volta della maionese impazzita che avevate da parte. Trascorsi i 20 minuti, controllate che la carne sia cotta; per far questo potete usare un spiedino: se esce del liquido bianco, la carne sarà pronta; se invece il liquido è rosa, necessiterà di ulteriore cottura. Spegnete il fuoco e servite le costolette al limone con panatura croccante accompagnate dalla vostra maionese (21).